Addio alle armi Titolo: Addio alle armi
Autore: Ernest Hemingway
Traduttore: F. Pivano
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2016
EAN: 9788804665021

Composto febbrilmente tra il 1928 e il 1929, "Addio alle armi" è la storia di amore e guerra che Hemingway aveva sempre meditato di scrivere ispirandosi alle sue esperienze del 1918 sul fronte italiano, e in particolare alla ferita riportata a Fossalta e alla passione per l’infermiera Agnes von Kurowsky. I temi della guerra, dell’amore e della morte, che per diversi aspetti sono alla base di tutta l’opera di Hemingway, trovano in questo romanzo uno spazio e un’articolazione particolari.

È la vicenda stessa a stimolare emozioni e sentimenti collegati agli incanti, ma anche alle estreme precarietà dell’esistenza, alla rivolta contro la violenza e il sangue ingiustamente versato. La diserzione del giovane ufficiale americano durante la ritirata di Caporetto si rivela, col ricongiungimento tra il protagonista e la donna della quale è innamorato, una decisa condanna di quanto di inumano appartiene alla guerra. Ma anche l’amore, in questa vicenda segnata da una tragica sconfitta della felicità, rimane un’aspirazione che l’uomo insegue disperatamente, prigioniero di forze misteriose contro le quali sembra inutile lottare.

L' uomo che allevava i gatt...

L’ uomo che allevava i gatt…

Figli di contadini, orfani, piccole creature senza famiglia: i bambini di Mo Yan sono al tempo stesso creature in carne e ossa e piccoli fantasmi che visitano le case degli adulti e le vaste campagne della Cina rurale. Anche se spesso sono schiacc…

La montagna dalle sette balze

La montagna dalle sette balze

In questo libro, che lo consacrò scrittore e lo rese famoso in tutto il mondo, Thomas Merton narra le molte esperienze che lo portarono prima ad abbracciare il credo comunista, poi a convertirsi al cattolicesimo e a farsi monaco trappista. Proprio…

La valle della paura

La valle della paura

"Sherlock Holmes non ha mai fumato la grande pipa calabash, non ha mai detto ‘Elementare Watson’ e non risulta abbia mai indossato il celebre cappellino da cacciatore di tweed con due visiere. È diventato un mito capace di muoversi in maniera…

Non lasciarmi

Non lasciarmi

«Un romanzo meraviglioso, il migliore che Ishiguro abbia scritto dai tempi del sublime "Quel che resta del giorno".»The Washington Post

Kathy, Ruth e Tommy sono cresciuti in un collegio immerso nella campagna…

Addio all'estate

Addio all’estate

1929: l’estate si rifiuta di finire e l’inizio dell’ottobre si rivela inaspettatamente caldo. Ma nel villaggio di Green Town, Illinois, è scoppiata la guerra civile. Si tratta del conflitto vecchio come il mondo che oppone i giovani agli anziani e…

Carmilla. La vampira e il d...

Carmilla. La vampira e il d…

Carmilla, la prima vampira della storia della letteratura, e il dottor Hesselius – medico e metafisico tedesco -, il primo detective dell’occulto, sono i due principali protagonisti di questa raccolta di storie "gotiche". Un testo chiave…

L' uomo che allevava i gatt...

L’ uomo che allevava i gatt…

I campi di sorgo sono teatro delle fatiche dei contadini, ma anche il territorio notturno dove le volpi si accendono come scie di fuoco per indicare la strada a chi si è perso; nelle acque del fiume annegano i bambini, ma nei giorni di nebbia gli …

Figli del limo

Figli del limo

Inventori improbabili, teorici di lingue universali e creatori di incaute cosmogonie vengono minuziosamente antologizzati da Chambernac-Queneau: la loro teoria attraversa il frenetico agitarsi della genia dei Lemon (figli dunque del limo, materia …

Lavoro e diritti in Cina. P...

Lavoro e diritti in Cina. P…

Da almeno un paio di decenni "Cina" e "lavoro" rappresentano un binomio inscindibile agli occhi dell’opinione pubblica occidentale. Storie cinesi di stipendi da fame, incidenti sul posto di lavoro e scioperi appaiono regolarmen…

Bruegel

Bruegel

Il grande fiammingo Pieter Bruegel il Vecchio (c. 1526/31-1569) fu un pittore e disegnatore dotato di un’inventiva eccezionale, che lasciò il segno nella storia dell’arte con i suoi splendidi paesaggi evocativi e i soggetti religiosi, notevoli tan…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *