Amori e disamori di Nathaniel P. Titolo: Amori e disamori di Nathaniel P.
Autore: Adelle Waldman
Traduttore: V. Latronico
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2015
EAN: 9788806219741

Dopo anni di faticoso equilibrismo, tra un articolo e un lavoretto, Nathaniel Piven ce l’ha fatta. Ha appena firmato un contratto per pubblicare il suo primo romanzo, ma soprattutto ha scoperto che quelle qualità che l’avevano condannato a un’adolescenza di scatenate letture e altrettanto scatenate sessioni di autoerotismo, oggi l’hanno trasformato in un desiderabile trentenne sul mercato sentimentale della scena letteraria di New York. Ragazze che non l’avrebbero degnato di uno sguardo al liceo, ragazze colte, raffinate, "che leggono Svevo in metropolitana" e che potevi incontrare alle feste dell’editoria, adesso lo trovano interessante, e le occhiate di cui si scopre oggetto mentre è a cena in un ristorantino di Brooklyn, o al mercatino a chilometro zero, si moltiplicano. Ma Nate è "il prodotto di un’infanzia post-femminista negli anni Ottanta e di un’istruzione universitaria politicamente corretta negli anni Novanta", e la sua ipersensibile, iperattiva, iperprogressista coscienza sa come si tratta una donna, come non ci si approfitta dei privilegi che una società ingiusta ancora concede agli uomini. O almeno così crede lui. L’incontro con Hannah, anche lei aspirante scrittrice, una ragazza intelligente, autonoma, metterà Nate di fronte a una persona che non è disposta a lasciarsi incasellare. O almeno così crede lei.

Amori a tempo determinato

Amori a tempo determinato

Linda ha trent’anni e all’amore eterno ci crede ancora, nonostante l’amica Miranda le procuri varie e sempre nuove prove della sua matematica impossibilità: purtroppo, le ripete Miranda, anche l’amore ha una data di scadenza, come il latte, i cont…

Sopra o sotto. Le sorpresine

Sopra o sotto. Le sorpresine

Chi sta sopra e chi sta sotto? Una nuova collana piena di… sorprese! Le sorprese si trovano infatti nelle pagine nascoste che si "scoprono" semplicemente tirando e facendo scorrere le pagine del libro. In ogni pagina c’è un indovinello…

O Roma o morte. 1861-1870: ...

O Roma o morte. 1861-1870: …

"È notorio" scriveva Massimo d’Azeglio pochi giorni dopo la proclamazione dell’unità d’Italia "che, briganti o non briganti, i napoletani non ne vogliono sapere di noi e che ci vogliono sessanta battaglioni, e pare che non bastino, …

Quei bravi ragazzi

Quei bravi ragazzi

La storia delle "extraordinary renditions": l’offensiva della Cia dopo l’11 settembre per individuare presunti terroristi, catturarli e consegnarli ai servizi di sicurezza di paesi amici affinché se ne "prendessero cura" loro i…

Sempre nel posto sbagliato....

Sempre nel posto sbagliato….

Edward W. Said resta tra gli intellettuali più stimati del nostro tempo, per l’importanza dei suoi studi critici ma anche per la coraggiosa militanza in difesa dei diritti umani. Nasce a Gerusalemme nel 1935, erede di una ricca famiglia palestines…

La voce della neve

La voce della neve

Filo, abbreviazione di Filomela, che in greco vuol dire usignolo, ha dieci anni e una passione: collezionare pupazzi di neve, o meglio, figure di neve, come le chiama lei. Un giorno, Filo decide di costruire una figura speciale, una contastorie a …

Manuale di diritto processu...

Manuale di diritto processu…

Nuova edizione di un manuale di diritto processuale civile che si qualifica per la sua chiarezza, completezza. Di impostazione classica e insieme attento alle ultime modifiche legislative e giurisprudenziali.

La natura. Testo latino a f...

La natura. Testo latino a f…

La natura di Lucrezio svolge, con vivido afflato, il pensiero in visione: spaziando tra l’infinito e l’infinitamente piccolo, canta la filosofia di Epicuro come verità liberatrice. La liberazione, da desideri, immaginazioni, timori (soprattutto de…

Il giornalino di Gian Burrasca

Il giornalino di Gian Burrasca

Inizialmente pubblicato a puntate sul "Giornalino della Domenica" tra il 1907 e il 1908, il libro è scritto in forma di diario: il diario di Giannino Stoppani, detto Gian Burrasca. Questo soprannome, datogli in famiglia a causa del suo c…

Giudizio universale

Giudizio universale

Paolo Villaggio compone alla sua maniera un rocambolesco ritratto di famiglia dell’Umanità. Con dissacrante ironia, con spassosa scorrettezza, con vibrante saggezza.

L’antefatto di questa storia l’hanno scritto e raccontato in tanti…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *