Direi di no. Desideri di migliori libertà Titolo: Direi di no. Desideri di migliori libertà
Autore: Enrico Donaggio
Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2016
EAN: 9788807105197

Vorremmo cambiare le cose, opporci al corso del mondo, ma non lo facciamo mai, perché sarebbe vano. Ma la filosofia può tornare a pensare le occasioni in cui dire di no è non solo necessario, ma anche possibile.

Sapremmo fare la cosa giusta, ma ci rinunciamo. Facciamo cose sbagliate, sapendo che potremmo anche evitarle. Perché resistere, pensiamo, non serve a niente. Perché la nostra passione più feroce mira alla tranquillità, non alla libertà.

Perché dopotutto esiste anche una vaga felicità capitalistica.

Perché conosciamo i piaceri rassicuranti della servitù volontaria.

Soprattutto, siamo diventati incapaci di un gesto elementare: dire di no. Dire di no era un tempo un gesto familiare. Dire di no è stato per lungo tempo l’arma più potente di chi desiderava la libertà. Una libertà migliore di quella che il presente gli offriva.

Migliore, da molti punti di vista, di quella che ci impone oggi un capitalismo che ha l’aria di essere l’orizzonte unico, tutto sommato soddisfacente, in ogni caso privo di alternative.
In quale misura è stato possibile dire di no? In che misura potrebbe tornare a esserlo? Questa la domanda che assilla le riflessioni di Enrico Donaggio.
Questo libro ci offre una serie di incursioni nei simboli e negli stati d’animo del disincanto e della rassegnazione, ma anche un’imprevedibile mappa psicopolitica della critica e della resistenza possibile. Scovare le nostre complicità nascoste, abolire l’autosfruttamento quotidiano, disdire l’abituale eccesso di zelo: a questo servono le pagine di questo libro. Se qualcosa del genere fosse di nuovo possibile, sotto la pelle del mostro che siamo diventati vedremmo fiorire il lampo di una nuova passione per la libertà, il senso di una nuova vicinanza ai nostri ignoti compagni di strada.

La novità di ognuno. Person...

La novità di ognuno. Person…

La novità di ognuno ci guida alla scoperta di questa verità insieme antica e rivoluzionaria, intimamente legata a una delle questioni filosofiche capitali e attualissima, quella del libero arbitrio, oggi messo in discussione dal riduzionismo radic…

La libertà degli antichi, p...

La libertà degli antichi, p…

Pronunciata all’Athénée Royal nel 1819, questa conferenza è il testo teorico più noto e discusso di Benjamin Constant. La sua dicotomia fra libertà degli antichi e libertà dei moderni ha suscitato un dibattito sui rapporti fra libertà politica e c…

Mondo comune. Spazio pubbli...

Mondo comune. Spazio pubbli…

La lettura di Hannah Arendt, interprete straordinaria della dimensione politica moderna, è importante in una società che sembra aver perso il senso della politica come spazio pubblico. Nei tempi inquieti della crisi della politica e della perdita …

Causa ed effetto-Lezioni su...

Causa ed effetto-Lezioni su…

Composti in un periodo che va dal 1937 a tutto il 1939, questi scritti contengono il punto di vista di Wittgenstein su temi da lui appena marginalmente sfiorati nei testi più celebri della cosiddetta ‘seconda fase’ della sua attività di pensiero: …

La novità di ognuno. Person...

La novità di ognuno. Person…

La novità di ognuno ci guida alla scoperta di questa verità insieme antica e rivoluzionaria, intimamente legata a una delle questioni filosofiche capitali e attualissima, quella del libero arbitrio, oggi messo in discussione dal riduzionismo radic…

Il mio gatto. Il carattere....

Il mio gatto. Il carattere….

Una collana che intende far conoscere ai più piccoli gli animali che sono loro più vicini: quelli domestici. Ciascun volumetto della collana "I miei piccoli amici", con una grafica coloratissima, foto e illustrazioni, presenta un partico…

La stanza più buia

La stanza più buia

Katrine e Joakim Westin si trasferiscono con i loro due bambini, Livia e Gabriel, sull’isola svedese di Oland. Hanno acquistato Àludden, una grande villa sul mare risalente alla metà dell’Ottocento. Quello che per i Westin doveva essere un idillia…

La custode di libri

La custode di libri

È una querula bibliotecaria di provincia la donna che parla dalla prima all’ultima riga di questo incantevole monologo. Il suo interlocutore è un ragazzo che usa il seminterrato della biblioteca come bivacco notturno. A lui la custode si rivolge m…

Le mani della madre. Deside...

Le mani della madre. Deside…

Massimo Recalcati volge lo sguardo alla madre, andando oltre i luoghi comuni.

Dopo aver indagato la paternità nell’epoca contemporanea con "Il complesso di Telemaco" e altri libri, Massimo Recalcati volge lo sguardo al…

La fine del Terzo Reich

La fine del Terzo Reich

Gli autori analizzano la visione che Hitler aveva della guerra e della politica alleata nei confronti della Germania. Descrive le condizioni di vita delle donne, mobilitate anch’esse nel marzo del ’45 per erigere un nuovo fronte. Il prezzo pagato …

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *