Gandhi. Prigioniero della speranza Titolo: Gandhi. Prigioniero della speranza
Autore: Judith Brown
Traduttore: G. Arganese, M. Cupellaro
Editore: Il Mulino
Anno edizione: 1995
EAN: 9788815048646

L’autrice in questo volume ripercorre la formazione della personalità intellettuale di Gandhi e soprattutto ne espone e valuta il ruolo politico giocato nella lotta per l’indipendenza dell’India. L’accento del volume è più sul politico che sul "santo". Così facendo l’autrice giunge a ridisegnare la personalità e il peso politico del Mahatma, mostrando ad esempio come la "satyagraha", cioè la resistenza non violenta da lui predicata, non diede in realtà risultati rilevanti, che come politico Gandhi fu spesso un isolato, consapevole di essere utilizzato dai politici indiani, e che nonostante il suo immenso carisma e le sue indubbie capacità politiche, non fu lui la forza determinante che portò la lotta per l’indipendenza alla vittoria.

I campi della morte. Nel ra...

I campi della morte. Nel ra…

Nel dicembre del 1943 Sofia Schafranov, medico di origine russa, in servizio presso un sanatorio in provincia di Sondrio, viene arrestata. Dopo alcuni giorni di prigionia nel carcere di San Vittore – insieme alla madre e ad altri 1200 ebrei, stipa…

Un giorno della mia vita. L...

Un giorno della mia vita. L…

Bobby Sands, esponente di spicco nelle fila dell’Ira, viene più volte incarcerato. Condannato a 14 anni di carcere, con altri compagni, malgrado l’assenza di prove a carico, comincia una serie di scioperi della fame sino all’ultimo, iniziato il 1º…

La formula della bellezza. ...

La formula della bellezza. …

Benoît Mandelbrot è stato uno dei più grandi matematici del Novecento: il suo approccio visionario e assolutamente originale alla geometria ha aperto la strada a un intero nuovo filone di ricerca noto come teoria dei frattali. Incurante delle iniz…

I Frank. La storia della fa...

I Frank. La storia della fa…

Una donna di 93 anni muore lasciando una soffitta piena di memorie. Ma se quella signora è Helene Frank, sorella di Otto Frank padre di Anne, il valore di quelle memorie diventa inestimabile. Prima della guerra, quando Otto con la sua famiglia si …

Le altre facce della storia...

Le altre facce della storia…

I lettori del "Corriere della Sera" chiedono spesso, nelle lettere che inviano a Sergio Romano, informazioni su personaggi che hanno lasciato tracce importanti nella storia, pur non essendo stati protagonisti assoluti. Nelle sue risposte…

La mano di Dio. Messico '86...

La mano di Dio. Messico ’86…

Il 29 giugno 1986 Diego Armando Maradona, capitano e giocatore simbolo dell’Argentina, alzava al cielo di Città del Messico la Coppa del Mondo, toccando il punto più alto della sua luminosissima carriera.

"Vi parla Diego…

L' arte della cucina soviet...

L’ arte della cucina soviet…

Anya von Bremzen lascia l’Unione Sovietica nel 1974. Ha poco più di dieci anni ed è al seguito dell’indomita madre Larisa che, da sempre insofferente alle stramberie del regime, prende una volta per tutte la decisione di emigrare il giorno in cui,…

Storia umana della matematica

Storia umana della matematica

I matematici sono uomini come tutti gli altri, alle prese con un talento spesso precoce, imperativo e solitario. Cosí le loro grandi scoperte sono anche vicende di padri e figli, balistica e cibernetica, amori e fallimenti, ostinazione e fo…

La pietra della follia. Lib...

La pietra della follia. Lib…

"Ho una bolla d’aria. La sento perfettamente. Quando sono contento si fa più leggera e a volte, quando mi parla, sembra che non ci sia. La bolla d’aria cammina dal cervello al mio cuore e dal mio cuore al cervello". Vero e proprio colpo …

Gli ultimi saranno i primi....

Gli ultimi saranno i primi….

Parigi 1944. Dominique Lapierre ha tredici anni e ogni notte, insieme agli eroi dei suoi libri, scappa dalla città occupata dai nazisti per andare alla scoperta del mondo: Costantinopoli, Gerusalemme, Damasco, i deserti della Siria e dell’Iraq, gl…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *