Il mistero di un volto. L'uomo della Sindone e il significato del dolore Titolo: Il mistero di un volto. L’uomo della Sindone e il significato del dolore
Autore: Rocco Quaglia
Editore: EDB
Anno edizione: 2015
EAN: 9788810558300

La Sindone ha avvolto il corpo di un uomo torturato e morto in croce. La scienza non è in grado di dimostrare come la sua immagine si sia formata sul telo, non sappiamo a chi appartenga e neppure chi lo ha fasciato prima della sepoltura.

Le ferite rivelano tutti i devastanti effetti di una flagellazione romana e denunciano una sadica ferocia, consumata lentamente nel tempo: sono tagli e fratture che se si potessero attribuire a un unico individuo, a un falsario assassino, rivelerebbero una personalità disgregata e patologica. In altre parole, difficilmente una tale violenza si accorderebbe con le cure riservate a quel corpo dopo la morte.

Il telo di Torino raffigura tutto il male che, come uomini, possiamo soffrire, e tutto il male che, come uomini, possiamo infliggere. Tuttavia, con il suo volto solenne e maestoso, l’uomo della Sindone non vuole compassione, non giudica, non chiede giustizia, non condanna: anzi, è un condannato, il più vile tra i condannati. Identificarsi con lui è difficile, perché è morto, perché ha perduto; è un colpevole, un vinto, e il supplizio della croce ne dà testimonianza. Le analogie con l’uomo Gesù sorprendono e intimoriscono.

Delle cinque piaghe della s...

Delle cinque piaghe della s…

La perdita di coscienza della propria identità è indicata da Rosmini come la causa principale della separazione tra mondo moderno e cristianesimo. Nata dalla riflessione di un pensatore che ha partecipato alla vita ecclesiale dedicandosi anche a i…

Il capolavoro di Paolo. Let...

Il capolavoro di Paolo. Let…

La "Lettera ai Romani" può forse definirsi il testo più importante del Nuovo Testamento, dopo i Vangeli. Gli esperti concordano infatti nel ravvisarvi la sintesi più corposa, l’esposizione più completa e genuina del pensiero di Paolo. Fo…

Dall'ultima cena all'eucare...

Dall’ultima cena all’eucare…

Non c’è mai stato un solo modo di celebrare l’Eucaristia, anche se tutte le Chiese hanno posto l’Ultima cena come fondamento della loro celebrazione. L’autore si propone di cogliere proprio il nesso tra i dati rituali della cena del Signore e i pi…

Libro della mia vita

Libro della mia vita

Tra gli scritti maggiori di santa Teresa d’Avila, il Libro della Vita costituisce ancora oggi per la teologia spirituale un costante punto di riferimento, una fonte di chiarimento per i grandi problemi dell’esperienza mistica. Teresa si rivolge a …

Orgoglio e pregiudizio

Orgoglio e pregiudizio

"Orgoglio e pregiudizio" è uno dei primi romanzi di Jane Austen. La scrittrice lo iniziò a ventun anni; il libro, rifiutato da un editore londinese, rimase in un cassetto fino alla sua pubblicazione anonima nel 1813, e da allora è consid…

Colori. Primi libri tattili

Colori. Primi libri tattili

Figure coloratissime, linguette da sollevare e tante superfici diverse su cui far scorrere le dita, per la gioia dei più piccini. Età di lettura: da 9 mesi.

L' uomo senza identità

L’ uomo senza identità

Se l’uomo di Musil si è caratterizzato per "la mancanza di qualità" quello di Andreoli descritto in questo romanzo è un uomo privo di identità. Un uomo stanco della follia del mondo e del suo rumore, che fugge in una baia sperduta della …

Il seminario. Libro XX. Anc...

Il seminario. Libro XX. Anc…

Il godimento femminile è il tema di questo Seminario. Un’assoluta novità nel campo psicoanalitico. Per Freud il godimento, comunque interdetto, si incentra tutto, per chiunque, sulla funzione fallica. Per Lacan il godimento, sebbene strutturalment…

Tutti in cerchio. La geomet...

Tutti in cerchio. La geomet…

"La geometria, secondo me, può servire a tutti. Anche a Nuvola, il cagnolino che si era perduto e che ora è mio. Infatti, certe volte, lui prova e riprova a entrare nella cuccia con l’osso in bocca, per andarselo a rosicchiare in santa pace, …

Un' improvvisa felicità

Un’ improvvisa felicità

L’estate è finita, Polleke ha compiuto dodici anni e a scuola c’è una nuova compagna di classe, Consuelo, che viene dal Messico ed è di origine india. Polleke capisce che Consuelo nasconde un segreto doloroso e decide di aiutarla ad ambientarsi e …

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *