L' orda nera Titolo: L’ orda nera
Autore: Giovanni Fasanella,Antonella Grippo
Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
Anno edizione: 2009
EAN: 9788817031066

Ogni tanto, sull’onda di un episodio dì violenza, si torna a parlarne.

La destra della destra, che non ha mai tagliato i legami con il passato nazifascista, è in continua espansione.

Mentre l’ala istituzionale s’incamminava verso posizioni liberal-democratiche, una frangia multiforme ha proseguito senza deviare. E se negli stadi le teste rasate continuano a punteggiare le tifoserie, per le strade delle nostre città gli skinheads ostentano croci celtiche, svastiche e macabri simboli fin troppo eloquenti. Respingono il diverso. Minacciano. Picchiano. Talvolta uccidono. Una massa sommersa che lavora sul campo, insidia i capisaldi storici della sinistra, ne infiltra gli spazi vitali.

E si organizza militarmente per combattere una nuova guerra civile, etnica e razziale. In tutto il mondo.

"L’orda nera" racconta le nuove sigle, i luoghi, gli idoli, i riti, la storia e i miti di un movimento complesso, che conosce il web e cavalca il rock, che professa il rifiuto della globalizzazione, del cosmopolitismo, della contaminazione. In nome di una identità da affermare sopra tutto, da difendere a ogni costo.

Per cui morire.

La «nera»

La «nera»

I volumi raccolgono gli articoli di cronaca nera scritti da Dino Buzzati per il "Corriere della Sera" e il "Corriere d’informazione" in un arco di quasi trent’anni. L’autore di "Il deserto dei Tartari" fu, infatti, pr…

L' orda. Quando gli albanes...

L’ orda. Quando gli albanes…

Nella ricostruzione di Gian Antonio Stella, ricca di fatti, personaggi, aneddoti, documenti, storie ignote o sconvolgenti, compare l’altra faccia della grande emigrazione italiana. Quella che meglio dovremmo conoscere proprio per capire, rispettar…

Le generazioni

Le generazioni

A partire dal secolo scorso la successione generazionale non è più un processo di sostituzione "dello stesso con lo stesso" ma diventa un rimpiazzare "qualcosa con qualcosa d’altro": la distanza che separa i gruppi di età non è…

Generativi di tutto il mond...

Generativi di tutto il mond…

La libertà in condizioni di libertà è diversa dalla libertà in condizioni di costrizione. È questo il problema che interpella oggi la "società dei liberi". È vero, ci siamo liberati. Ma nel frattempo siamo divenuti prigionieri della pote…

Prendi quello che vuoi, ma ...

Prendi quello che vuoi, ma …

Nella forma di lettere all’amico Silmakha, un cittadino italo-senegalese con impiego in banca a Milano vuole trasmettere il disagio che prova nello stare in quella che potremmo chiamare la società sviluppata. Il suo non è il rifiuto di un mondo, p…

La generazione tradita. Gli...

La generazione tradita. Gli…

Una generazione tradita da una società divisa, rissosa, individualista. Una generazione tradita da una politica faziosa, immorale e strafottente. Una generazione tradita dal suo Paese. Quel bel Paese in cui cultura e competenza sono requisiti tras…

I generali di Hitler. I con...

I generali di Hitler. I con…

Chi erano e cosa pensavano realmente i ‘signori della guerra’ del Terzo Reich, gli uomini che il Fuhrer pose alla guida di una delle più potenti macchine da guerra della storia? Mai, forse, un esercito poté contare su generali così abili, preparat…

Egemonia vulnerabile. La Ge...

Egemonia vulnerabile. La Ge…

"Dobbiamo convincere il mondo che un’egemonia tedesca in Europa agisce in modo più utile, imparziale e meno dannoso per la libertà che un’egemonia di altri": così scriveva Otto von Bismarck. Per il "cancelliere di ferro" si tra…

I generali del deserto. I s...

I generali del deserto. I s…

Uno studioso di storia militare racconta la guerra d’Africa (1940-43) vista dalla parte dei vincitori. Ne scaturisce una rievocazione che è anche un atto d’accusa: perché generali come O’Connor, Cunningham, Ritchie, Auchinleck e Montgomery – che d…

L' intrigo di Berna. Diplom...

L’ intrigo di Berna. Diplom…

Negli ultimi mesi della seconda guerra mondiale l’Italia è divisa in due dalla Linea gotica. Se gli alleati attaccheranno, Hitler risponderà con una ritirata strategica facendo "terra bruciata". Verranno rase al suolo tutte le industrie …

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *