Le russe Titolo: Le russe
Autore: Victoria Melnikova-Suchet
Editore: Assimil Italia
Anno edizione: 2015
EAN: 9782700507102

Il russo oggi è la lingua materna per l’80% degli abitanti della Repubblica Russa, ma considerando la totalità dei paesi della CSI, dove coesiste con le nuove lingue ufficiali, si arrivano a contare più di 200 milioni di persone che la utilizzano, principalmente per comunicare con gli stranieri. Il russo parlato offre l’enorme vantaggio (al contrario del francese, per esempio) di non distaccarsi che raramente dal russo scritto, inoltre, le variazioni dialettali non sono così marcate come per altre lingue. È importante dunque che in qualità di principianti non ci si preoccupi di fare riferimento alla pronuncia dei dialetti del centro (considerata la più corretta), del nord o del sud poiché, sotto questo aspetto, è facile comprendere e farsi comprendere. Chi desideri imparare il russo, si rivolga a quest’opera con fiducia, poiché in queste pagine troverà un metodo di studio dolce, tramite il quale sarà anche possibile avvicinarsi all’anima e alla cultura russa con poesie, aneddoti, note culturali ed estratti dai testi dei maggiori autori, che renderanno l’apprendimento più vario e stimolante.

Reti e contratto di rete

Reti e contratto di rete

L’Italia è arrivata prima nel resto d’Europa riconoscendo l’importanza nell’attuale realtà economica delle reti di imprese, finalizzate alla competitività e allo sviluppo, disciplinandole normativamente e sostenendole fiscalmente. Nel giro di poch…

Manuale di diritto penale. ...

Manuale di diritto penale. …

Nell’impostare questo manuale gli autori hanno preso come modello di riferimento i principi costituzionali, che formano un patrimonio e una grammatica condivisi alla luce dei quali orientare in modo critico l’analisi delle questioni fondamentali d…

Il prigioniero

Il prigioniero

Il 16 marzo 1978 Aldo Moro viene rapito dalle Br in via Fani, a Roma. Il libro ricostruisce la vita dell’ostaggio e dei sequestratori durante i 55 giorni del rapimento, raccontando la quotidianità, i rapporti umani, le conversazioni, gli scontri, …

Racconti dei mari del sud

Racconti dei mari del sud

E’una raccolta che comprende sette tra i racconti più celebri di Maugham, tutti ambientati tra la Malesia e la Polinesia nel periodo tra le due guerre, formano quasi un romanzo di cui potrebbero configurarsi come variazioni su un unico tema: lo sc…

Commentario breve al diritt...

Commentario breve al diritt…

Gli articoli di legge sono commentati singolarmente, alla luce della dottrina e della giurisprudenza più incisiva.

La leggenda del vento. La t...

La leggenda del vento. La t…

Lo starkblast è una tempesta di violenza inimmaginabile, un vento gelido che trasforma in statua di ghiaccio tutto ciò che trova sulla sua strada. Quando lo starkblast infuria, solo tre cose possono salvarti: solide pareti, un focolare, una buona …

Scoprire la macroeconomia. ...

Scoprire la macroeconomia. …

"Scoprire la macroeconomia" raccoglie i frutti di una lunga esperienza di ricerca e illustra la macroeconomia come scienza in continua evoluzione, che procede grazie all’interazione fra sviluppi teorici ed evidenza empirica. Nell’edizion…

Eutanasia della critica

Eutanasia della critica

Mentre milioni di libri entrano nelle case degli italiani, grazie a nuove forme di commercializzazione, la critica letteraria sembra sprofondare nell’afasia. Colpita a morte dall’aspirazione a farsi scienza, persa nei labirinti dello specialismo e…

L' isola del tesoro

L’ isola del tesoro

"Ogni sera, il padre di Robert Louis Stevenson raccontava a se stessso avventure di pirati, di ladri, di briganti e di veccchi marinai. Il figlio faceva lo stesso: la sera si raccontava storie d’avventura, e le sognava nelle ore notturne. Qua…

Uomini e torte. Come cuocer...

Uomini e torte. Come cuocer…

Che fai lettrice? Sempre indaffarata intorno a quel biondino scialbo, decisa a farcirlo di autostima! Non vedi che, sotto sotto, è solo un pan di spagna umidiccio e piagnucoloso? Non sai che il maschio Saint Honoré non conosce gratitudine? E voi, …

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *