Perché le donne non sanno leggere le cartine e gli uomini non si fermano mai a chiedere? Titolo: Perché le donne non sanno leggere le cartine e gli uomini non si fermano mai a chiedere?
Autore: Allan Pease,Barbara Pease
Traduttore: A. F. Tissoni
Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
Anno edizione: 2009
EAN: 9788817034739

Che uomini e donne ragionino in modo differente e abbiano quindi un diverso modo di comunicare è cosa risaputa da tempo. Ora Allan e Barbara Pease cercano di fare un ulteriore passo avanti nella comunicazione uomo-donna e quindi nei miglioramento dei loro rapporti. "Diversi" non vuol dire essere migliori o peggiori; significa semplicemente avere approcci, priorità, pulsioni, comportamenti difformi. Esistono ragioni precise che giustificano tali differenze e gli autori hanno intervistato esperti di tutto il mondo per fornirle.

Dammi mille baci. Veri uomi...

Dammi mille baci. Veri uomi…

Dopo la ricognizione sull’eros greco, Eva Cantarella, parla dell’amore al tempo dei romani. Per un romano la virilità era la massima virtù; e i romani venivano educati ad assoggettare e a essere dominatori, nella politica come nell’amore e nel ses…

Capire il dolore. Perché la...

Capire il dolore. Perché la…

È sempre difficile trasformare in parole il dolore senza snaturarlo, senza tradire il suo senso. Ed è difficile in una realtà che preferisce dimenticarlo o nasconderlo dietro a un benessere illusorio. Che lo si voglia o no, chiunque dovrà prima o …

Il cervello delle donne

Il cervello delle donne

Gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere? La risposta della scienza alle provocazioni e agli stereotipi sulle differenze di carattere e comportamento di maschi e femmine è che un cervello unisex non esiste. Come spiega la neuropsichiatra a…

Le difficoltà di apprendime...

Le difficoltà di apprendime…

Roberto frequenta la quinta elementare, vive in una famiglia media senza particolari problemi, ha sempre incontrato grosse difficoltà scolastiche: nel leggere rivela notevoli incertezze, in matematica fa errori gravi. A Roberto, simpatico e vigile…

La madre perfetta sei tu. P...

La madre perfetta sei tu. P…

Chissà perché, ma appena il proprio figlio ha qualcosa che non va, le madri pensano subito che la colpa sia loro. Certi psicanalisti maldestri poi non hanno remore nell’incoraggiarle in questa direzione. Ma, a dire la verità, le madri non ne hanno…

Parlar d'amore. Le donne e ...

Parlar d’amore. Le donne e …

Silvia Vegetti Finzi raccoglie in questo libro le lettere più significative che le lettrici di "Io donna" le inviano ogni settimana e le dispone lungo un percorso accidentato e affascinante: dai primi passi dell’innamoramento alle divers…

Le difficoltà di apprendime...

Le difficoltà di apprendime…

Il percorso scolastico può trasformarsi in una corsa a ostacoli. Cosa può significare avere una dislessia, incontrare difficoltà nella scrittura, in matematica o nella comprensione di un testo? Quali sono i disturbi non-verbali dell’apprendimento?…

Un pensiero al giorno (per ...

Un pensiero al giorno (per …

365 pensieri: tanti quanti sono i giorni dell’anno, per "donne che amano troppo". Un vademecum per le affezionate lettrici (e gli affezionati lettori) di Robin Norwood. L’autrice che parla alle donne attratte da uomini complicati e probl…

Il declino della violenza. ...

Il declino della violenza. …

Il XX secolo, con lo spaventoso numero di vittime provocate da due guerre mondiali e vari genocidi, è stato definito "il secolo più violento della storia", e l’alba del nuovo millennio sembra prefigurare scenari non meno inquietanti. Epp…

Perché abbiamo bisogno dell...

Perché abbiamo bisogno dell…

Succede spesso di spiegare i comportamenti degli altri in base alle loro inclinazioni, al loro carattere o alle loro opinioni. Il fatto è che diamo per scontato di avere, oltre al cervello, anche una mente, o – secondo la concezione degli antichi …

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *