Res publica. Come Bruto cacciò l'ultimo re di Roma Titolo: Res publica. Come Bruto cacciò l’ultimo re di Roma
Autore: Andrea Carandini
Editore: Rizzoli
Anno edizione: 2011
EAN: 9788817048132

Roma, 510 a.C. Tarquinio il Superbo, salito a potere grazie all’omicidio del suocero, tiranneggia il popolo e non esita a macchiarsi di delitti atroci per conservare il proprio dominio. Un uomo solo ha il coraggio di opporsi: Lucio Giunio Bruto.

È cresciuto alla corte del re, dopo che questi aveva sterminato la sua famiglia, e lui si era salvato fingendosi brutus, idiota. La scintilla che fa scattare la vendetta è lo stupro di Lucrezia da parte di Sesto, figlio del tiranno. Al racconto dello stupro, il popolo di Roma si rivolta, abolisce la monarchia, affida il governo a due consoli e ristabilisce le assemblee popolari. La repubblica viene così fondata sulla base di un principio fondamentale: la legge è uguale per tutti. In queste pagine Carandini riprende la saga dei Tarquini, tracciando un affresco storico che attraverso lo studio delle fonti ricostruisce eventi, passioni e idee di uno dei momenti cruciali della storia di Roma, divenuto simbolo universale di libertà: monito valido anche ai giorni nostri, contro ogni aspirazione a un potere arbitrario enorme.

Vacanze romane. Tempo liber...

Vacanze romane. Tempo liber…

Cosa facevano Cicerone e Cesare nel "tempo libero"? La società romana, simbolo e paradigma di efficienza nel mondo antico, si rivela in questo libro nei suoi aspetti meno produttivi e più rivolti alla ricerca del piacere. Federica Guidi …

La Romagna

La Romagna

Un film Luce degli anni ’30 illustra l’itinerario e i luoghi della italianità romagnola: la tomba di Dante a Ravenna, il monumento di Baracca a Lugo, il Palazzo Sersanti a Imola, la torre fascista di piazza del Popolo a Faenza, il San Mercuriale a…

L' Europa dopo Roma. Una nu...

L’ Europa dopo Roma. Una nu…

Questo volume propone una reinterpretazione del mezzo millennio (500-1000) che sta tra la fine dell’impero romano e la rinascita dell’Europa cristiana, periodo comunemente considerato intermezzo di decadenza e frammentazione, "secoli bui&quot…

Impero. Come la Gran Bretag...

Impero. Come la Gran Bretag…

Dell’Impero britannico, che nel momento di massima espansione ha governato su un quarto delle terre e dei popoli del pianeta, oggi rimane ben poco, ma la sua impronta è ancora visibile ovunque. Infatti, nei suoi circa quattrocento anni di vita, da…

Una giornata nell'antica Ro...

Una giornata nell’antica Ro…

Com’era la vita quotidiana nella Roma Imperiale? Quali volti si incontravano nelle vie o sulle gradinate del Colosseo? Quali atmosfere si respiravano nelle case, nei palazzi? Alberto Angela conduce il lettore nella folla delle strade, all’interno …

L' ultimo anno di una pace ...

L’ ultimo anno di una pace …

Durante il periodo giolittiano, con la formazione della Giunta Nathan, Roma aveva trovato una sua cifra nazionale. Il conflitto sociale, le tornate elettorali e la tensione internazionale determinarono una rapida trasformazione della sua fisionomi…

Considerazioni sulle cause ...

Considerazioni sulle cause …

Montesquieu studia la storia come un fenomeno fisico. Egli parte dall’assunto che vi siano cause generali, sia morali, sia fisiche, che influiscono nel corso della storia e l’indirizzo generale trascina con sé tutti gli avvenimenti particolari. I …

La vittoria disperata. La s...

La vittoria disperata. La s…

Quel lontano, eppur vicinissimo, 202 a.C. fece emergere Roma come prima potenza del bacino mediterraneo. Fu, quella con i cartaginesi e con il loro grandissimo duce Annibale, una lotta all’ultimo sangue. Fu, da parte di Roma, una guerra totale: an…

Amore e sesso nell'antica Roma

Amore e sesso nell’antica Roma

Questo è un libro di storia e d’amore. Ci fa immergere in un mondo lontano e affascinante, condotti dal filo della nostra curiosità. Cerca di rispondere alle domande più frequenti e insolite sull’amore e il sesso al tempo dei romani. "Amore e…

Noi e gli antichi. Perché l...

Noi e gli antichi. Perché l…

Il vincolo che collega la nostra cultura alla lingua, alla storia, al pensiero dei greci e dei romani non va ricercato in una presunta "identità" tra gli antichi e noi. Al contrario, è opportuno, e più produttivo, sforzarsi di capire le …

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *