Uomini e caporali. Viaggio tra i nuovi schiavi nelle campagne del Sud Titolo: Uomini e caporali. Viaggio tra i nuovi schiavi nelle campagne del Sud
Autore: Alessandro Leogrande
Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2016
EAN: 9788807888137

Il Sud, e in particolare la Capitanata, è diventato da diversi anni meta di decine di migliaia di immigrati che accorrono per la stagione della raccolta del pomodoro. Raccogliere l’"oro rosso" è un lavoro durissimo che spezza la schiena e le braccia, ma viene pagato pochissimo. Sono lavoratori inquadrati in situazioni di vita e di lavoro addirittura precapitalistiche: alloggiati in ruderi fatiscenti, sono anche sottoposti alle vessazioni, spesso sadiche, dei "caporali", che offrono il loro lavoro a un mondo delle imprese che se ne serve per comprimere i costi. Talvolta, questi nuovi "cafoni", così diversi dai "cafoni" di ieri, hanno anche difficoltà ad avere pagato quel poco che era stato pattuito. E alle proteste non di rado ci scappa il morto. Una situazione barbarica che flagella come un tumore sociale vaste aree dell’Italia, dove sembra essere del tutto assente lo stato di diritto, e dove vale la sola legge dell’esercizio della violenza bruta. Questo romanzo-inchiesta, un vero e proprio viaggio agli inferi, svela le vite, i destini personali e le dinamiche più profonde della faccia più "nera" del nostro Paese.

Il sesso inutile. Viaggio i...

Il sesso inutile. Viaggio i…

"Le donne non sono una fauna speciale e non capisco per quale ragione esse debbano costituire, specialmente sui giornali, un argomento a parte: come lo sport, la politica e il bollettino meteorologico." Così Oriana Fallaci nella premessa…

I quattro libri delle picco...

I quattro libri delle picco…

La storia di una famiglia sullo sfondo dell’America scossa dalla guerra di Secessione. Le quattro sorelle March – la giudiziosa Meg, l’impertinente Jo, la dolce Beth, la vanitosa Amy – si preparano alla vita vivendo sogni e speranze dell’adolescen…

Saggi sulla tradizione clas...

Saggi sulla tradizione clas…

"Questo libro non è apparso prima d’ora in alcun altro luogo e in nessun’altra lingua. Sono orgoglioso che esso compaia proprio in Italia, dove ha avuto origine così tanto di ciò che discuto. I sedici saggi che lo compongono sono nati da stud…

A casa. Bimbi curiosi

A casa. Bimbi curiosi

Un sacco di cose da cercare, contare e commentare insieme con i più piccini nelle scenette ambientate in casa. Ideale per imparare parole nuove, sviluppare la capacità di osservazione, familiarizzare con i numeri e i colori.

Foglie d'erba. Testo ingles...

Foglie d’erba. Testo ingles…

Nel 1855 Walt Whitman, il grande poeta dell’anima americana, dava alla luce le prime "Foglie d’erba", ovvero le prime poesie che comporranno la raccolta di una vita. Il grande edificio delle Foglie d’erba crescerà, una zolla dopo l’altra…

È finita la benzina

È finita la benzina

"Dal 2028 nei paesi civilizzati si era pagati per defecare. Nei locali pubblici e nelle case munite di appositi contatori, il fornitore di energia veniva ricompensato, e le feci venivano successivamente trattate per ricavarne combustibile e f…

Padri e madri. L'ordine dei...

Padri e madri. L’ordine dei…

I genitori di oggi cercano di assolvere il loro ruolo meglio che possono e, oppressi dai sensi di colpa, sono diventati succubi dei loro figli. Il risultato è perlomeno paradossale: le relazioni di coppia si sono compromesse, i ruoli non sono più …

Le civiltà del disagio. Dis...

Le civiltà del disagio. Dis…

"Se la globalizzazione ha da prometterci qualcosa, qualcosa che possa spingerci ad accogliere a braccia aperte il caos che ne deriva, allora quel che ha da prometterci è questo: saremo più liberi di inventare noi stessi". Con tale dichia…

Le basi morali di una socie...

Le basi morali di una socie…

Le tesi elaborate in questo libro ormai classico non hanno mai smesso di suscitare interesse, ben oltre i confini dell’accademia.

L’espressione "familismo amorale", coniata da Banfield per spiegare l’arretratezza, o me…

Quale Francesco? Il messagg...

Quale Francesco? Il messagg…

Perché per un cinquantennio le pareti della Basilica superiore rimasero bianche nonostante Francesco riposasse, in quella inferiore, dal 1230? Occorreva lodare il fondatore ma nello stesso tempo raccordare i suoi ideali di povertà assoluta agli st…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *